ConvivioItalia: Dalla Libera, pioniere della consulenza indipendente

Schermata 2017-06-08 alle 07.50.11.png

L’ultimo evento di ConvivioItalia prima della stagione estiva, in programma giovedì 22 giugno al ridotto del Teatro Comunale di Vicenza sarà dedicato alla figura di Andrea Dalla Libera, antesignano della finanza etica quando la persona era davvero al centro del progetto finanziario. Dopo 50 anni il suo ufficio di consulenza è ancora presente sul territorio e continua a crescere nei suoi valori, tramandati dal figlio Marco, e grazie anche al contributo dell’omonimo collega Giancarlo, che ha condiviso con lui 20 anni di lavoro. Una storia professionale iniziata negli anni ’60, quando per mantenersi gli studi universitari, Dalla Libera inizia a lavorare in banca, una realtà che ben presto inizia ad andargli stretta. Dalla Libera non accetta compromessi e fonda nel ’67 il “primo” ufficio di consulenza del territorio, portando al suo interno persone fidate e che condividessero i suoi valori etici. Tra i fondatori di Fideuram, prova a guardare oltre i confini nazionali, già con una visione innovativa e sceglie un’azienda americana con cui collaborare, perché «gli americani nella finanza arrivano sempre prima», come diceva nella consapevolezza che ciò che aveva contribuito a risollevare le sorti di Wall Street dopo l’epocale crisi del 1929 erano stati i fondi comuni di investimento.

In un mondo che stava cambiando e in cui la crescita economica stava accelerando, sarebbe stato molto semplice anteporre il profitto personale o della banca alle esigenze del cliente. Invece, da buon “montanaro” nato a Roana, nella sua carriera da dirigente i valori e le persone vengono prima di tutto. Il suo modo schivo e riservato ne fanno il consulente per eccellenza. Un suo pensiero lungimirante basato sull’accantonamento del tfr aziendale ha consentito a molti dipendenti del Vicentino di salvarsi durante la crisi economica degli anni ‘70, salvaguardando l’economia territoriale. I suoi contatti con un mondo in grande evoluzione, ma soprattutto la continua ricerca di soluzioni, alimentata dalla sana curiosità che alberga sempre nelle menti creative di tutti gli innovatori, gli hanno permesso di costruire e impostare anche proposte particolari, come il fondo pensionistico dei calciatori professionisti in collaborazione con l’avvocato Sergio Campana. Una vita vissuta “sottotraccia” senza protagonismi, una persona a suo modo “normale” che con un lavoro costante ha lasciato un segno indelebile. Il convivio avrà inizio alle ore 19.00, con un dibattito allietato dal Quintetto “La Fraglia dei Musici” del Conservatorio Pedrollo di Vicenza. L’entrata è libera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...